Project Description

Andrea Scanzi è giornalista, saggista, opinionista e scrittore italiano. Si laurea in Lettere Moderne a Siena  con una tesi sui cantautori. Ha scritto per Il Mucchio Selvaggio, il Manifesto, Il Riformista, L’Espresso, Panorama, MicroMega, Linea Bianca, Tennis Magazine, Grazia e Donna Moderna. Nel 2005 passa a La Stampa, nell’estate 2011 approda a Il Fatto Quotidiano. Istrionico. È giurato al Club Tenco e direttore artistico del Premio Pigro Ivan Graziani.

Filippo Graziani è figlio di Ivan, cantautore scomparso nel 1997 a causa di una malattia. Inizia a suonare la chitarra a diciannove anni con il fratello Tommaso, batterista. Dopo anni di gavetta con serate dal vivo e nei locali, nel 2008 forma il gruppo stoner-Rock Carnera con pubblica l’Ep First Round. Si trasferisce a New York, suona nei club del Lower Side e al suo ritorno in Italia pubblica Filippo Canta Ivan Graziani, album dal vivo che omaggia la produzione del padre. Nel 2014 è “Nuova proposta” al Festival di Sanremo con il brano “Le cose belle”. A tre anni di distanza arriva La sala giochi: album acustico ed elettronico stilisticamente ispirato al synthpop anni ’80.

Amato ancora tanto ma mai ricordato abbastanza, Ivan Graziani è uno dei pochi musicisti italiani ad esser stato autenticamente rivoluzionario, il primo a far davvero dialogare rock e cantautorato. “Fuochi sulla collina” è l’incontro-spettacolo concepito dal figlio Filippo, che lo interpreta come nessuno, e da Andrea Scanzi, che a teatro ha già portato con successo Giorgio Gaber e Fabrizio De André. Il titolo fa riferimento a una delle canzoni più ispirate della musica italiana, “Fuoco sulla collina”, ma allude anche alla maniera del tutto personale che aveva Ivan Graziani nel declinare le sue tematiche.